Menu
A+ A A-

MARIO

MARIO
chi tiene il giornale per più di 10 minuti è pregato di leggerlo a voce alta

Un bar, uno qualunque, uno di quei bar frequentati da vecchi amici e conoscenti che vivono quel luogo come una seconda casa, dove il tempo passa lento e pigro tra le chiaccherate, dove il barista si chiama Mario ed è sempre lo stesso da anni, paziente ascoltatore di vite e storie vere o inventate che siano.
Il bar è teatro di scenari immaginati e narrati, Mario è lo spettatore, il pubblico, che al di là della quarta parete, col giornale aperto sul bancone, sa che in quel luogo nasceranno e moriranno una, dieci, cento storie.
“Chi tiene il giornale per più di 10 minuti è pregato di leggerlo a voce alta” e così sarà quando i frequentatori del bar avranno bisogno di nuovi spunti per raccontare e per improvvisare.


Altro in questa categoria: « DIRECTOR'S CUT PROVA GENERALE »
Torna in alto

Cambiscena utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per permettere la prenotazione agli eventi. Proseguendo nella navigazione acconsenti l'utilizzo dei cookie.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta cliccando qui.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.