Menu
A+ A A-

I FORMAT

Gli spettacoli di improvvisazione teatrale si classificano (diversamente dalle altre forme teatrali) in base alla durata delle improvvisazioni: i format del teatro di improvvisazione si suddividono in due macro categorie: short-form (ovvero spettacoli in cui le improvvisazioni hanno una durata breve - short) e long-form (ovvero spettacoli in cui le improvvisazioni necessitano di un tempo più lungo per il proprio sviluppo - long).

Tra le short-form lo spettacolo di improvvisazione teatrale più rappresentato in Italia è


Uno spettacolo che vede sul palcoscenico due squadre di "improvvis-attori" (quattro o cinque attori per squadra), un Giudice di gara, un Presentatore il tutto accompagnato da una cornice scoppiettante. Le squadre utilizzano gli input chiesti volta per volta al pubblico per creare all'istante scenari e storie sempre diverse e gareggiano, giudati dal Giudice di gara che tira le fila dello spettacolo, in una sfida teatrale divertente e imprevedibile alla migliore improvvisazione, ed è il pubblico a votare!

Uno spettacolo di improvvisazione adatto ai locali e per le stagioni estive ideato da Paolo Facco:


Sulla scena si improvvisano e si “mixano” sketch dei quali il pubblico diventa il vero protagonista partecipando con i propri suggerimenti alla creazione di uno spettacolo fresco e divertente! In TJ le storie raccontate improvvisando, prenderanno spunto dagli stimoli più diversi: parole dal pubblico, passi di libri, storie raccontate dagli spettatori, frammenti musicali e canzoni, generi teatrali e cinematografici. Con TJ l’improvvisazione esce dai teatri!

Varietà di stili e di atmosfere in un format recepito in Italia solo in tempi recenti:


Dei talentuosi registi, rigorosamente scelti dal pubblico, si impegnano a guidare gli attori, il musicista e il regista luci, per mettere in scena al meglio le loro storie.
Saranno gli spettatori a dare ai “directors” i suggerimenti cardine sui quali imbastire le scene, ma non solo. Toccherà alla platea anche decidere le sorti delle storie. Solo una di queste, la più gradita, sopravvivrà fino alla fine, mentre le altre verranno spietatamente “tagliate”.

Uno spettacolo di Long-Form ideato da Paolo Facco e Lucio Bustaffa:


Un’unica storia si sviluppa e si definisce lungo tutto lo spettacolo, portata in scena dagli attori e fatta di situazioni, personaggi e ambienti ogni volta improvvisati. Il regista chiederà modifiche improvvise e soluzioni divertenti per guidare il destino di questo spettacolo che non andrà mai in scena pochè resterà per sempre una Prova Generale.

Una Long-Form di narrazione ideata da Andrea Masiero, Claudia Gafà, Lucio Bustaffa:


Un bar, uno qualunque, uno di quei bar frequentati da vecchi amici e conoscenti che vivono quel luogo come una seconda casa, dove il tempo passa lento e pigro tra le chiaccherate, dove il barista si chiama Mario ed è sempre lo stesso da anni, paziente ascoltatore di vite e storie vere o inventate che siano.
“Chi tiene il giornale per più di 10 minuti è pregato di leggerlo a voce alta” e così sarà quando i frequentatori del bar avranno bisogno di nuovi spunti per raccontare e per improvvisare.

Uno spettacolo che unisce short e long form ideato da Claudia Gafà:

Scopri la magia di avere il grande cinema sempre a portata di mano. L’innovativo spettacolo per vedere i tuoi film preferiti quando e come vuoi. Puoi vedere ogni sera tanti film diversi, con titoli nuovi, perché li scegli tu! Un western avvincente, un’emozionante storia d’amore, spericolate avventure, accattivanti soap opera, horror da brivido…tutto questo e anche di più!
On Demand, l’improvvisazione quando e come vuoi!

Uno spettacolo di Long-Form ideato e diretto dall'improvvisatore argentino Omar Galvan con gli attori di CambiScena:


Emozioni forti, dal pianto al riso, sono i tasselli che compongono il mosaico della vita di un paese immaginario sospeso nel mondo dell’improvvisazione teatrale. Storie di personaggi che si intrecciano e compongono un unico disegno interamente improvvisato, non sulla carta ma sulla scena. Un Mosaico di relazioni che vivono e si collegano senza soluzione di continuità in uno spettacolo con emozioni, divertimento e poesia.

Tra gli spettacoli di long-form il più diffuso è


Una parola suggerita dal pubblico innesca una serie di scene teatrali, immagini, monologhi, canzoni, che si inseguono, si sviluppano, si attraversano. Il tutto raccontato in un linguaggio che va dal naturalistico al simbolico e che arriva a trascendere il significato stesso della parola "esplodendola" in tutti i suoi possibili significati. Agli attori e al pubblico il compito di trovare le connessioni fra questi frammenti e legarli insieme fino a comporre un unico grande affresco finale.

Leggi tutto...

COS'E' L'IMPROVVISAZIONE


L’Improvvisazione Teatrale è una disciplina comunemente fraintesa. Per molti Improvvisazione è approssimazione e impreparazione, per alcuni è unicamente comicità o leggerezza.

Per CambiScena l’improvvisazione teatrale è creare storie e personaggi, ambienti ed emozioni senza seguire un copione, senza scenografie o costumi, senza canovaccio ne suggeritore, è interpretare “qui ed ora” grazie alla fantasia, alla spontaneità, all’interazione e all’ascolto, è l’arte di scrivere sul foglio bianco della scena essendo allo stesso tempo autori, attori e registi di se stessi e degli altri, è la magia di dare vita a mondi e vicende mai raccontati prima.

Ogni processo artistico-creativo inizia con l'improvvisazione e l'improvvisazione teatrale porta all'estremo questo concetto materializzando in scena il criterio del "qui ed ora", senza testo né canovaccio, senza scenografie o costumi, ma solo grazie alla fantasia e alla spontaneità dell'attore che diventa regista-autore di sé stesso e del gruppo.

Improvvisazione però non significa approssimazione o impreparazione: l'improvvisatore utilizza in scena tecniche e meccanismi teatrali necessari alla drammatizzazione di storie e personaggi ispirati dalla musica, dal corpo, dalla parola, dall'estro personale.

La creazione estemporanea di una propria regia teatrale e il raggiungimento di un alto livello di ascolto e di affinità con il gruppo con il quale si lavora, sono l'inizio e la fine del processo di messa in scena improvvisata, ovvero l'essenziale e l'irrinunciabile fondamento di questa disciplina.

Un attore è tale se esiste un pubblico, e nel teatro di improvvisazione è proprio lo spettatore a diventare parte integrante del gioco creativo intervenendo nelle storie e nei personaggi, diventando uno stimolo continuo, necessario ed essenziale della performance istantanea.

L'improvvisazione quindi non solo disciplina propedeutica alla messa in scena di uno spettacolo su testo ma direttamente materia prima sul palcoscenico, portata come protagonista di un evento unico e irripetibile e magico proprio per questo.

 

Leggi tutto...

LA FORMAZIONE

CORSI DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE

Con i CORSI DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE, l'Associazione Culturale CambiScena ha come interesse e scopo la formazione di aspiranti improvvisatori, specializzati del teatro estemporaneo, amanti della scena e appassionati di un teatro creativo, innovativo e dinamico. Il corso mirerà prevalentemente a sviluppare gli aspetti che sono indispensabili per affrontare la pratica dell'improvvisazione teatrale:

  1. CREATIVITA': non è solo libero sfogo della fantasia, peraltro abbondantemente stimolata attraverso esercizi di ginnastica mentale, ma capacità di dare una struttura mentale libera da preconcetti e funzionale alla coerenza e comprensione del messaggio;
  2. COMUNICAZIONE: improvvisare con altre persone significa innanzitutto rapportarsi con soggetti di cui non si conoscono le intenzioni ma con i quali si deve riuscire a mettersi in relazione a più livelli (corpo/mente/emozioni) in maniera tale da poter essere compresi e comprendere;
  3. ASCOLTO: (dell'altro e della situazione generale):arrivare ad una capacità percettiva più sviluppata che permetta di intuire e comprendere le intenzioni dell'altro e di se stessi attraverso gli atteggiamenti verbali, fisici, emotivi, al di là quindi delle sole manifestazioni più evidenti;
  4. DISPONIBILITA':presupposto imprescindibile che riguarda l'atteggiamento di totale apertura all'altro e alla situazione che ogni persona deve avere per relazionarsi nelle situazioni in cui ci si viene a trovare. Con il tempo si acquisisce anche la capacità di distinguere quando è il caso di mettere in atto meccanismi di difesa in situazioni in cui può essere un rischio l'esporsi troppo;
  5. L'INTEGRAZIONE: nel momento in cui si riesce a stabilire una reale comunicazione è necessario integrarsi con l'altro in una relazione dinamica che vada verso un superamento creativo delle rispettive posizioni originarie.

I corsi si suddividono in:
1° anno: Apprendimento delle tecniche di base. Gestione del gruppo e sviluppo dell'improvvisazione come strumento ludico. Lavoro sulla fiducia e sulla cooperazione, come nucleo per la creazione di storie.
2° anno: L'improvvisazione come prolungamento della fantasia. Tecniche d'analisi di una storia. Controllo delle proposte orientate alla "pulizia" dell'improvvisazione. Primo approccio con i format d'improvvisazione.
3° anno: Estensione dei meccanismi creativi e perfezionamento delle tecniche d'improvvisazione orientate al palcoscenico. Gestione istintiva dell'ascolto e del meccanismo creativo irrazionale.
Amatori: Analisi dei format d'improvvisazione e loro studio. Preparazione specifica per lo spettacolo e per l'interazione con il pubblico. Possibilità di partecipare a spettacoli d'improvvisazione amatoriali

WEEK'N DEMO



workshop di improvvisazione teatrale per principianti
Un week-end intensivo per iniziare a conoscere l'improvvisazione teatrale per avvicinarsi a questa disciplina attraverso il gioco e la spontaneità sperimentando l’interazione con il gruppo e mettendo alla prova la propria fantasia. Il “demo” dell’improvvisazione teatrale in un’atmosfera divertente e alla portata di tutti!
PROVA L'IMPROVVISAZIONE!!!
 
GIOCO DAL VIVO
LABORATORIO - I° e II° ciclo della Scuola Elementare
Percorso ludico-formativo, per classi elementari, di avvicinamento al teatro attraverso l'improvvisazione teatrale ed i suoi meccanismi di ascolto di se stessi e degli altri, integrazione nel gruppo, creatività e fantasia nel "giocare al teatro". Il Laboratorio GIOCO DAL VIVO di Improvvisazione Teatrale, è qui inteso come educazione all'espressione teatrale nella sua forma più viva e istantanea, scopo principale è di stimolare una sensibilità nei confronti del teatro ed in particolare dell'improvvisazione teatrale vista non solo come metodo di formazione bensì come vero e proprio atto scenico.
Obiettivi del laboratorio: - sviluppare la capacità di ascolto di se stessi, degli altri e di ciò che ci circonda - stimolare le capacità creative e la fantasia del singolo - sviluppare e potenziare le capacità comunicative - sviluppare una coscienza ed una padronanza del proprio corpo (voce, movimento…) - gettare le basi per l'alfabetizzazione alla scena attraverso l'improvvisazione teatrale

Leggi tutto...

CambiScena


“…bisogna avere un caos dentro di sé per far nascere una stella danzante…”
 
“…unire fra loro due scene è qualcosa di molto di più che una semplice operazione tecnica: 
è dare vita ad un rapporto sulla base di un progetto…”
 
L’Associazione Culturale CambiScena
È un’associazione apolitica e non a scopo di lucro, la cui finalità è diffondere e promuovere la cultura teatrale e in particolare l’improvvisazione teatrale attraverso spettacoli, corsi, rassegne teatrali ed eventi culturali e ricreativi.
Nasce nel 2009 a Padova (fondata dopo 4 anni di presenza sul territorio dell’Associazione Culturale Belleville di Bologna, che per prima, con l’esclusiva nel Veneto, porta nel padovano spettacoli e corsi di improvvisazione teatrale) ponendosi come obiettivo la diffusione del teatro di improvvisazione e delle sue filosofie e metodologie rappresentative attraverso attività spettacolistiche e formative, prevalentemente in territorio padovano, ma non solo.
È affiliata all’Associazione Nazionale di Improvvisazione Teatrale “Improteatro” il cui interesse è di crescere artisticamente in un'ottica di tipo associativo nazionale e di mutuo scambio, attraverso attività teatrali e non, finalizzate a formare a livello professionale e amatoriale i propri soci in tutta Italia.
Si avvale inoltre della direzione artistica e della collaborazione didattica di “Teatro a Molla”, gruppo di professionisti del teatro di improvvisazione che si pone come obiettivo il far conoscere il teatro di improvvisazione in tutto il territorio nazionale ed oltre, operando costantemente una vasta e approfondita ricerca sui linguaggi artistici ed espressivi.
 
Le principali attività di CambiScena sono:

FORMAZIONE: progettazione, organizzazione e promozione di Corsi annuali, Laboratori intensivi,
Workshop tematici, Formazioni personalizzate, Formazione aziendale, ecc.

SPETTACOLO: progettazione, organizzazione e promozione di Spettacoli, Festival e Rassegne di
Teatro di Improvvisazione, Teatro di prosa, Teatro di strada, Animazioni teatrali, ecc.
 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Cambiscena utilizza cookie sul proprio sito per assicurare un’eccellente esperienza di navigazione ai propri utenti e per permettere la prenotazione agli eventi. Proseguendo nella navigazione acconsenti l'utilizzo dei cookie.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta cliccando qui.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.